fashion-person-hands-womanAlla molteplice attività ambulatoriale della Casa Pediatrica si affianca un servizio unico in Italia: il Centro multidisciplinare dedicato al disagio adolescenziale. Il Centro è attivo da settembre 2008 presso la Divisione di Pediatria dell’Ospedale Fatebenefratelli di Milano e si propone come una risposta concreta e determinata per affrontare fenomeni di disagio giovanile più diffusi e preoccupanti.

Il Centro è un punto di riferimento per il trattamento di casi di bullismo e cyber-bullismo, rispetto ai quali interviene sulle vittime così come sui bulli a livello famigliare, scolastico e sociale. Dal 2008 sono stati accolti una media di 1037 casi l’anno tra bambini e adolescenti in difficoltà, dei quali il 90% è trattato ambulatorialmente e il 10% dall’attività di ascolto online. Nel corso degli anni sono stati seguiti diversi fenomeni che colpiscono la popolazione in modo sempre più esponenziale e preoccupante. Per questo il Centro è in prima linea nella diagnosi e nella cura di diverse problematiche dell’età evolutiva e dell’adolescenza, come le dipendenze (da alcol, da sostanze, dal gioco e da internet); i disturbi alimentari; l’autolesionismo; i tentati suicidi; ma anche nella ricerca e nello studio di fenomeni emergenti, seguendone la crescita e l’evoluzione e contrastando la diffusa tendenza ad intervenire su problemi quando sono ormai conclamati e cronici. A tal fine, vengono svolte ricerche e studi di fattibilità che guardano e osservano i diversi fenomeni e le mode che, in modo rapido e veloce, giungono dall’America in Italia attraverso il Web come: vampirismo, knockout game (dare pugni in faccia o dietro la nuca agli sconosciuti), lemon drink (baciare più persone per ottenere drink gratuiti dentro i locali), binge drinking (chi beve di più nel minor tempo possibile), gambling, dipendenza da internet, drunkoressia, baby prostituzione, sexting, satanismo e baby gang. Inoltre, le ricerche dimostrano un uso nascosto di siti online (deep web) dove i ragazzi non solo possono acquistare cose illegali come le sostanze, le armi e gli abiti rubati, ma anche accedere a siti pornografici e pedopornografici.

Un equipe multidisciplinare  attualmente composta da due psichiatri, un neuropsichiatra infantile, due psicologhe cliniche, un pediatra con formazione in adolescentologia e una nutrizionista – effettua visite specialistiche ambulatoriali dal lunedì al venerdì, con prenotazione telefonica al numero di telefono 02/63632903. L’equipe può effettuare una valutazione psicodiagnostica approfondita, mediante colloqui clinici con i ragazzi e le famiglie e somministrazione di questionari e scale standardizzate, ed offrire interventi terapeutici ambulatoriali brevi o farsi carico dell’invio ai servizi neuropsichiatrici/psichiatrici di competenza territoriale, a seconda delle necessità cliniche.