Presentata, in collaborazione con l’Assessorato al Welfare della Regione Lombardia, #CYBERESISTANCE,
la campagna di sensibilizzazione contro il cyberbullismo creata da Web Stars Channel in collaborazione con il professor Luca Bernardo.
Affidato al video del Creator Fandoniah il compito di spiegare ai ragazzi le novità della legge Ferrara 71/2017, entrata in vigore a giugno.
Milano 29 novembre – È stata presentata nella Sala Opportunità di Palazzo Lombardia, in collaborazione con l’Assessorato al Welfare della Regione Lombardia, la terza fase di #Cyberesistance, la campagna di sensibilizzazione contro il Cyberbullismo lanciata lo scorso 18 giugno, in concomitanza con l’entrata in vigore della legge Ferrara 71/2017.

La campagna, prodotta da Web Stars Channel, la prima Creator Media Company in Italia, è stata sviluppata in collaborazione con il Professor Luca Bernardo, Direttore della Casa Pediatrica dell’Ospedale Fatebenefratelli Sacco e Paolo Picchio, papà di Carolina, con l’aiuto dell’Avvocato Marisa Marraffino, esperta di reati informatici. Alla presentazione, presieduta da Giulio Gallera, Assessore al Welfare della Regione Lombardia, sono intervenuti Luca Casadei, CEO di Web Stars Channel, il Professor Luca Bernardo, l’avvocato Marraffino e LaSabri, la Creator di Web Stars Channel, protagonista del primo video che ha dato il via alla campagna #Cyberesistance. Il video, pubblicato sul suo canale il 18 giugno, ha ottenuto più di 4milioni di visualizzazioni e 29milioni di Impressions.

“La campagna Cyberesistance rappresenta certamente un esempio virtuoso in cui pubblico e privato si sono alleati per fare rete e dare un contributo importante su un tema di grande attualità con risvolti spesso tragici” – spiega Giulio Gallera assessore al Welfare di Regione Lombardia – “Regione Lombardia in questi anni ha messo in campo e sostenuto numerose iniziative a livello territoriale finalizzate ad arginare il crescente fenomeno del ‘cyberbullismo’. Ora è il momento di mettere a sistema il lavoro svolto dai diversi attori sul territorio attraverso la realizzazione di linee guida, da applicare in modo efficace, sia sul fronte della prevenzione, attraverso l’informazione e la formazione delle persone che lavorano a stretto contatto con i ragazzi, sia su quello della presa in carico delle vittime del cyberbullismo”.
Il secondo step della campagna si è invece sviluppato su Instagram, a partire dal 18 luglio, con MATES (il gruppo di
Creators più seguito sul web, con oltre 12 milioni di fan) che avevano pubblicato alcune foto mostrando i propri volti “vestiti” di tutte quelle parole che possono ferire e uccidere. L’invito a un outing collettivo è stato accolto da migliaia di giovani e la campagna ha registrato 26milioni di Impressions.

“Da questo anno scolastico, il Ministero dell’Istruzione ha voluto affidarci il Coordinamento Nazionale degli interventi contro il Cyberbullismo. Ogni scuola potrà segnalare i propri casi, che saranno gestiti in una logica di prossimità” – spiega Luca Bernardo Direttore della Casa Pediatrica dell’Ospedale Fatebenefratelli Sacco – “La scuola, però, non è l’unico ambito educativo frequentato dai ragazzi. Il bullismo, in tutte le sue forme, è diffuso nelle società sportive, negli oratori e nei luoghi di aggregazione, senza dimenticare il contesto della famiglia, forse quello più delicato. I ragazzi non vanno lasciati soli, perché internet non si spegne mai e la violenza in rete continua a crescere all’oscuro della vittima. Quando un minore, a maggior ragione se preadolescente, scopre di essere oggetto di pesanti insulti, con centinaia di condivisioni a commenti spesso non ha la forza di reagire, se non isolandosi e peggiorando sempre più la sua condizione. Per una volta il mondo del web, attraverso le sue star, ci mette la faccia, sostenendo la nostra attività, mentre le multinazionali che operano nel settore guardano ai ragazzi come meri consumatori”.
“Tempo fa ho ascoltato le storie raccolte dal Professore Bernardo, ho visitato il suo reparto e ho sentito il bisogno di fare qualcosa per i ragazzi. Ho immediatamente messo a disposizione della causa l’audience di Web Stars Channel, attraverso i nostri Creators. Occorreva dare un messaggio importante ai giovani e alle loro famiglie e l’abbiamo fatto. Dal mese di giugno milioni di ragazzi sono entrati in contatto con questa Campagna e ora sanno che possono difendersi e parlare, senza paura e vergogna. Il web è un meraviglioso mondo ma occorre, a volte, attraversarlo con attenzione. Quello che abbiamo fatto è aver dato loro una rete di protezione e sicurezza. Abbiamo detto che siamo con loro, accanto a loro” – afferma Luca Casadei, CEO di Web Stars Channel.

“E’ una sfida, non solo per i Creators, ma anche per gli avvocati, i magistrati, gli educatori in genere ai quali questo progetto vuole assegnare una missione: quella di abbattere le barriere e avvicinarsi davvero ai ragazzi, senza riserve e senza pregiudizi. Questa rivoluzione passa dal cambiamento del linguaggio che deve necessariamente farsi più semplice, ma non riduttivo, perché la legge per essere davvero efficace deve essere comprensibile.” ha dichiarato l’avvocato Marisa Marraffino.
“Ho aderito al lancio di questa campagna con grande entusiasmo. Fa parte di me dare ai fan contenuti educativi. Il Web per i giovanissimi è divertimento, intrattenimento ma non può esimersi dal trasmettere messaggi positivi. Noi, come Creators, abbiamo una grande responsabilità. Entriamo in contatto con chi ci segue e creiamo uno stretto rapporto di fiducia. Dobbiamo quindi, per quanto ci è possibile, guidarli verso una direzione giusta, lontana da percorsi pericolosi e negativi” – ha raccontato LaSabri.

Per lanciare la terza fase di #Cyberesistance è stato mostrato in anteprima il video (https://goo.gl/9YYwyZ ) realizzato dal creator Fandoniah (della Factory Web Stars Channel), che si rivolge ai giovani per spiegare, con un linguaggio affine a quello delle nuove generazioni, le novità introdotte dalla legge Ferrara. Il video sarà visibile oggi, dalle ore 14.00.
Fandoniah è il nome che Daniele De Luca ha dato al suo Canale Youtube. Daniele è un professore di lettere e videomaker di 37 anni che vive a Torino con la compagna e due figli. Da tempo si dedica anche alla realizzazione di animazioni satiriche. “L’idea del video è nata dalla mia esperienza con i ragazzi delle scuole superiori, dove gli episodi di bullismo e cyberbullismo sono fenomeni diffusi. Quando Web Stars Channel mi ha proposto di spiegare la legge, aderendo alla Campagna #cyberesistance, ho provato a riflettere sulla maniera di fare passare il messaggio della legge con un linguaggio vicino a quello dei ragazzi. Da qui l’idea di “rappresentare” il problema, insieme con le sue tragiche conseguenze e poi usare un viaggio nel tempo un po’ nonsense per informare sulle possibilità che la legge dà ai ragazzi per uscire dai guai” – ha spiegato Daniele.

Web Stars Channel è la prima Creator Media Company nata in Italia. Dopo quasi 20 anni di gestione di personaggi del mondo dello spettacolo, il talent scout Luca Casadei, CEO dell’azienda, intuisce nel 2009 le potenzialità dei Creators nel diventare il nuovo media per il target 8-22 anni. Siamo una Factory che forma e guida talenti web nativi per costruire un’identità digitale chiara, autentica e affidabile. Parte del quartier generale di Web Stars Channel è negli ex studi di MTV. L’ampio spazio creativo è stato ripensato per soddisfare ogni esigenza dei Creators. Al suo interno, la WSC Academy che consente di amplificare il loro talento attraverso una formazione gratuita sugli strumenti (corsi di regia, fotografia, montaggio e scrittura) e sui generi (prank, tutorial, corti, intrattenimento in tutte le sue forme, videoclip musicali etc). La Factory si compone di un Management che gestisce in esclusiva oltre 40 creator, divenuti con il tempo i più seguiti in Italia. Tra loro: Marco Montemagno, Favij, Mates, LaSabri, Giulia Penna, Me Contro Te. I nostri numeri: 36 milioni di fans (FB, YT, IG), 9 miliardi di views, 1milione di libri venduti, 2 album con 2milioni di figurine vendute, 1milione di prodotti venduti grazie alle attività di Licensing e Merchandising, 4 programmi TV prodotti per SKY e 2 film per il Cinema.